Appoggiamo sia il lavoro di salvataggio che quello di vigilanza che la ONG sta realizzando nel Mediterraneo centrale per evitare nuove morti e naufragi tra i rifugiati che arrivano in Europa fuggendo dai conflitti bellici, le persecuzioni o la povertà, come l’assistenza che forniamo presso le coste dell’isola greca di Lesbo.